articles on reset ][ photos ][ music ][ facebook
paolo's most interesting photos
www.paolomargari.it

13.6.05

referendum: dio abbia pietà di chi non ha votato

reportage referendum di alex cafè

Molti residenti all'estero non hanno potuto votare i 4 referendum su fecondazione assistita e ricerca scientifica perché non sono mai venuti in possesso delle schede elettorali.
I consolati rispondono generalmente che sono andate smarrite o che sono state recapitate ad indirizzi errati.

Il 10 giugno presso la sede consolare alla quale sono iscritto (Londra) ho assistito alle lamentele di più di un italiano che non ha potuto votare per questo motivo.
Lontano da Londra alcune settimane per lavoro non ho potuto votare entro il 9, data ultima perché le schede elettorali, inviate per corrispondenza, fossero recapitate alla sede consolare.
Perché tale data di voto è diversa? Nessuno mi ha mai detto che gli italiani all'estero votassero prima degli altri.

Inoltre, per le schede smarrite, il termine ultimo per fare denuncia era il 29 maggio.
Come fa a saperlo un italiano che non passa dal consolato?
Non tutti vivono presso la città in cui è ubicata la sede consolare.

E' un sistema finalizzato a rendere molto difficoltoso l'esercizio del diritto di voto se non, in alcuni casi, a negarlo fattivamente.

A partire da tutti i sedicenti cattolici, dio abbia pietà di chi non ha votato, prima che di chi non ha votato sì. Mi chiedo quanti un giorno si pentiranno di questo.
Ovviamente non si potranno mai pentire il papa o i preti che per loro scelta non potranno mai imbattersi in problemi di infertilità.

No comments: