articles on reset ][ photos ][ music ][ facebook
paolo's most interesting photos
www.paolomargari.it

16.11.05

food made in italy - sulla carne cremonini altro colpo della rai

dopo aver costretto bush ad ammettere l'uso di armi chimiche in iraq (laddove le andavano a cercare alla fine, non trovandole, ce le hanno portate...) se pur convenzionali (solo perché gli u$a non avrebbero aderito ad una convenzione alquanto datata che le vieta), la rai va ancora a segno.
stavolta non è rainews24 ma report, il programma di rai3, e lo fa con il gruppo cremonini che esporta carne e importa guai, ossequiosamente insabbiati dal resto della stampa.

qualità: tutte balle? intanto il titolo crolla in borsa in seguito alla
news di report. il ministro giovanardi si infuria perché il servizio danneggia l'azienda (e della salute vogliamo parlarne?). di questo ed altro parla anche beppe grillo

Il punto più basso

il punto più basso della terra mar morto

Qual è il punto più basso della terra ?


Se lo chiedono in molti ultimamente. Sembra proprio a causa di alcuni banner di Google che circolano in svariati siti.

Visto questo interesse ve lo dico anche io qual è il punto più basso della terra.



Il Mar Morto, in Palestina, al confine tra la regione di Israele e la Giordania, costituisce il punto più basso del mondo, trovandosi a circa 395 metri al di sotto del livello del mare.

Il Mar Morto è un mare praticamente privo di emissari. E' un lago terminale che, per migliaia di anni, ha ricevuto le acque del fiume Giordano e di altri corsi d'acqua minori, come il fiume Arnon, ed una grande quantità di sorgenti grandi e piccole.

Sulla strada una pietra indica: "Livello del mare", ma il Mar Morto vero e proprio puo essere raggiunto soltanto dopo un'ulteriore discesa di 400 m al di sotto di questo segnale. Il viaggio da Amman verso il Mar Morto è di 55 km. Il mare inoltre è privo di vita per l'alta concentrazione di sali e minerali. Tale concentrazione è dovuta a due fondamentali motivi:

- perchè per migliaia di anni le acque ricche in sali, asportati dalle rocce e dai suoli, del Giordano e degli altri corsi d'acqua sono state convogliate nel bacino;

- perchè il Mar Morto, trovandosi a quasi 400 metri al di sotto del livello marino, non presenta emissari e tutte le acque in arrivo vengono progressivamente concentrate. Inoltre, le perdite per la forte evaporazione dovuta al clima caldo e arido e le precipitazioni alquanto scarse hanno favorito, col tempo, la concentrazione di una enorme e caratteristica quantità di sali minerali.

ru486 abortion pill: the vatican still fight it, against italian freedom

use ru486, don't listen to the vatican boss!

italy is one of the few western countries where ru486 pill for abortion is not sold. the vatican, that is a state fully indipendent where (unfortunately!) is spoken italian, even though latin is still the official language, is always fighting with few efforts against abortion.
italy is not a catholic country, but its politicians, almost all of them, are kind with catholic church recomandations.
it's time to say NO to any influence by vatican in our internal fact, starting to stop any funding to its activities in our country.
religion fundamentalism is far from a civilized country and italian politics, imposing religious views to anybody - just to gain power through churches influence on ignorant believers - constantly show us how we are unable to predict civilization in other countries.
abortion is not illegal, doesn't mean killing people. fucking is not forbidden so fuck as much as you can, showing to the white boss and to any other catholic fundamentalist how far you can be from his point of view. never forget to fight any religious fundamentalism.

what the vatican boss say about the pill

some information about ru486 and the situation in italy (italian)

13.11.05

heaven knows i'm miserable now

le giornate di sole come questa domenica mi riempiono l'anima di aspettative. ma non posso vivere senza la mia eterna tristezza mascherata da un falso sorriso.
onore e rispetto a chi combatte lo stato in francia, in iraq, in ogni angolo del mondo e tanta merda a chi ama annullarsi nell'ordine artificiale per una pagnotta più farcita di quella che si merita. nella tomba sarà pasto per i vermi come tutti gli altri perché siamo tutti uguali (dacché anche la vita è comunista?)

9.11.05

Rutelli scarica Orlando, Borsellino, Pannella... Quando la sinistra scaricherà Rutelli sarà troppo tardi...

leoluca orlando da fondatore dell'odierna sinistra a ennesima vittima della furia restauratrice di rutelli
si potrebbero raccogliere tutte le dichiarazioni di rutelli per capire quanta sinistra ci sia nelle sue parole? cosa ci fa nella sinistra? vada con berlusconi! non si può parteggiare solo per assicurarsi una poltrona, quella poltrona costa coesione. rutelli, nella politica italiana non ha casa, ha solo voti, conglomerati sulla sua testa da quelli come lui. può qualche anima buona della sinistra ridimensionare il suo potere mediatico? per il bene della sinistra, del paese...
non voleva l'accordo coi ds, poi viste le novità (primarie, legge elettorale), ha optato per la soluzione da lui stracciata mesi prima: è scaltro, ignobile, incoerente opportunismo politico. ora vuole che i ds abbandonino persino il pse. sino a ieri erano i difensori del comunismo in italia. rutelli! di nobili origini romane, è stato radicale, poi verde, poi sindaco di tutti, poi democratico dell'asinello - a sua immagine e somiglianza, povero asinello! - poi candidato belloccio (pupone, nn ancora cicoria all'epoca), capace di perdere con berlusconi, poi margheritino quasi quasi un neodemocristiano.
ora si prende il lusso di proporre un filodemocristiano in sicilia, dove ciò che da combattere sono proprio i democristiani.
e poi allontana dalla margherita uno dei fondatori dei democratici che della margherita sono l'elemento preponderante: leoluca orlando. orlando è stato uno dei più grandi sindaci che l'italia abbia sinora avuto, coraggioso, emblema di una rinascita democratica nel mezzo di tangentopoli, quando creò il movimento "la rete" e rutelli non era che un decimo della sua ombra.
orlando, onesto, è stato messo da parte. la borsellino vuole essere messa da parte.
rutelli che firmava proposte di legge anticlericali oggi è il più integralista cattolico della sinistra. dice che occorre mediare, capire, etc, bla bla bla... a me ha rotto i coglioni.
per me rutelli e la sinistra non hanno nulla a che fare.
chiama la sinistra "radicale" solo perché fa la sinistra. e lui si definisce "democratico" ma ci sguazza con le liste bloccate tant'è che non gli è mai dispiaciuto il proporzionale in fondo.
ora nn vuole neppure i radicali, eppure pannella è il suo padre politico. bravo, sempre bravo a sputare nel piatto in cui ha mangiato. questo atteggiamento, estremamente incoerente, mi fa schifo.
Per il bene della sinistra, cominciamo a fare pulizia in casa: scarichiamo via gente come rutelli e mastella (e tanti altri) che sono gli ambasciatori di ruini, non dei diritti sociali e per la coesione nell'unione rappresentano i maggiori pericoli.
l'italia e l'europa hanno bisogno di marxismo, anticlericalismo, ambientalismo, antiamericanismo, antisionismo, internazionalismo, antiglobalizzazione, antimilitarismo. tutti obiettivi che non pare siano predominanti nella sinistra italiana finché si coabiterà coi vari rutelli, mastella, castagnetti, etc etc. occorrono coraggio, coerenza e dignità, in forti dosi.
cominciamo dal più radicale dei conservatori: rutelli. peccato, un tempo pareva tutt'altro, ma ora che la sua portata innovatrice nella politica italiana è marcita sarebbe ora di fargli fare un passo indietro, o lo farà chi secondo i suoi punti di vista sarà governato.

8.11.05

Onore al coraggio: il reportage di RaiNews 24 sull'uso di armi chimiche in Iraq da parte degli USA

Dal napalm in Vietnam al fosforo bianco in Iraq gli U$A smentiscono, i media di regime insabbiano, ma la realtà è fatta di vittime innocenti.

Gli USA usano armi chimiche non convenzionali in Iraq - il CORAGGIOSO reportage di RaiNews24

Visto che è in corso un difficile processo al presidente iracheno Saddam Hussein per utilizzo di armi chimiche contro i curdi, non è lecito domandarsi se lo stesso processo si dovesse svolgere per il presidente americano Bush?

E' una questione di terminologie: la stampa neocons (neocojons) chiama i partigiani insorti. Chi invece definisce invasori i paesi della coalizione democratica (quanto? quando? ...quale???) viene etichettato giornalista fazioso della sinistra più radicale e antidemocratica. Non badate alle parole, i fatti sono altri, come si vede.

3.11.05

The City's Renaissance

The City’s Renaissance of Tirane
sarà solo facciata? in ogni caso onore al grande sindaco Edi Rama, artista e uomo politico albanese, già oppositore della dittatura comunista, perseguitato dallo stracorrotto centrodestra di Berisha (tanto caro al centrodestra italiano), da meno di un mese alla guida del partito socialista albanese, miglior sindaco mondiale nel 2004 precedendo i suoi colleghi di città del messico e di roma.
ma, appunto, sarà solo facciata? e il resto d'albania? neppure quella...

2.11.05

(pseudo)sinistra clericale

la chiesa cattolica ha occupato anche la sedicente sinistra. sedicente in parte, poiché tipi come d'alema si offendono ad essere definiti comunisti tanto quanto giacobini.
il centrodestra così com'è oggi non ha futuro. cosa accade dall'altra parte? le forze laiche, poche, vere, con tutti i loro (e quindi nostri) problemi si uniscono (finalmente, limitando i danni) e vengono così marginalizzate.
cosa resta? una sinistra che si associa a un'accozzaglia di cattolici della domenica per abbandonare ogni residuo di rosso (e anche di rosa).
il partito dei chierichetti è fatto. in futuro vedo altri chierichietti fuggire dal centrodestra e tutti insieme, in un'orgia di potere, ricreare qualcosa che, a parte il nome e l'assenza di dignità politica, ricrea la democrazia cristiana nei fatti. democratica con tanto di liste bloccale, cristiana intesa come vaticana.
gli estremi, dopo anni affannosi di coabitazione, sono finalmente marginalizzati, da destra a sinistra includendo lega e radicali.
resta chi si adegua. i nomi non contano, contano le politiche, il rispetto delle spartizioni, la devozione, l'obbedienza.
il papa morirà prima o poi, ruini pure, ma altri chierichetti devoti alla causa millenaria giungeranno al trono imperiale e la gente sempre pronta sarà lì, trasformista, conformista nell'animo, a imporre la tradizione di ambiguità ideologica sulla quale si fonda la continuità della nostra eterna sconfitta democratica.
e la gente (non i cittadini, proprio la gente ammaestrata dai suoi infami pastori) invece di incazzarsi applaude o semmai si tira indietro. le barricate non esisteranno più, chi ci crede è antico, dicono. la loro modernità però è ancora più antica di esse, ma torna nuova, come una minestra riscaldata, a prendere il posto del dopotangentopoli, discorso pilotato, sano in parte e mai chiuso.
fanculo a tutti i cattolici che fanno politica e a tutti i politici cattolici. le ragioni sono solo potere, denaro, ricchezza quindi ancora potere, denaro, ricchezza, etc. ma dio è dio, cesare è altro.