articles on reset ][ photos ][ music ][ facebook
paolo's most interesting photos
www.paolomargari.it

19.5.06

George Carlin - Dopo l'undici settembre

Il paradosso del nostro tempo nella storia è che
abbiamo edifici sempre più alti, ma moralità più basse,
autostrade sempre più larghe, ma orizzonti più ristretti.

Spendiamo di più, ma abbiamo meno,
comperiamo di più, ma godiamo meno.
Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole,
più comodità, ma meno tempo.

Più conoscenza, ma meno giudizio,
più esperti, e ancor più problemi,
più medicine, ma meno benessere.

Beviamo troppo, fumiamo troppo,
spendiamo senza ritegno, ridiamo troppo poco,
guidiamo troppo veloci, ci arrabbiamo troppo,
facciamo le ore piccole, ci alziamo stanchi,
vediamo troppa TV, e preghiamo di rado.

Abbiamo moltiplicato le nostre proprietà,
ma ridotto i nostri valori.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco
e odiamo troppo spesso.
Abbiamo imparato come guadagnarci da vivere,
ma non come vivere.
Abbiamo aggiunto anni alla vita, ma non vita agli anni.

Siamo andati e tornati dalla Luna,
ma non riusciamo ad attraversare la strada
per incontrare un nuovo vicino di casa.
Abbiamo conquistato lo spazio esterno, ma non lo spazio interno.
Abbiamo creato cose più grandi, ma non migliori.
Abbiamo pulito l'aria, ma inquinato l'anima.
Abbiamo dominato l'atomo, ma non i pregiudizi.

Pianifichiamo di più, ma realizziamo meno.
Abbiamo imparato a sbrigarci, ma non ad aspettare.
Costruiamo computers più grandi per contenere più informazioni,
per produrre più copie che mai, ma comunichiamo sempre meno.

Questi sono i tempi del fast food e della digestione lenta,
grandi uomini e piccoli caratteri,
ricchi profitti e povere relazioni.

Questi sono i tempi di due redditi e più divorzi,
case più belle ma famiglie distrutte.

Questi sono i tempi dei viaggi veloci, dei pannolini usa e getta,
della moralità a perdere, delle relazioni di una notte,
dei corpi sovrappeso e delle pillole
che possono farti fare di tutto,
dal rallegrarti al calmarti, all'ucciderti.

E' un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina
e niente in magazzino.

Un tempo in cui la tecnologia può farti arrivare questa lettera,
e in cui puoi scegliere di condividere
queste considerazioni con altri, o di cancellarle.

Ricordati di spendere del tempo con i tuoi cari ora,
perché non saranno con te per sempre.

Ricordati di dire una parola gentile a qualcuno
che ti guarda dal basso in soggezione,
perché quella piccola persona presto crescerà
e lascerà il tuo fianco.
Ricordati di dare un caloroso abbraccio
alla persona che ti sta a fianco,
perché è l'unico tesoro che puoi dare con il cuore
e non costa nulla.

Ricordati di dire "vi amo" ai tuoi cari, ma soprattutto pensalo.

Un bacio e un abbraccio possono curare ferite
che vengono dal profondo dell'anima.

Ricordati di tenerle le mani e godi di questi momenti,
perché un giorno quella persona non sarà più lì.

Dedica tempo all'amore, dedica tempo alla conversazione,
e dedica tempo per condividere
i pensieri preziosi della tua mente.

E RICORDA SEMPRE:
la vita non si misura da quanti respiri facciamo,
ma dai momenti che ci tolgono il respiro.

George Carlin

Nota: George Carlin è un comico, molto famoso negli anni '70 e '80 negli Stati Uniti d'America.

18.5.06

The world as u've never seen it before

world mapperWorldmapper is a collection of world maps, where territories are re-sized on each map according to the subject of interest. Maps will be added, and information modified during 2006. The picture shows the relative levels of net immigration in all territories (immigration less emigration). The website has been set up by people working at the Universities of Sheffield and Michigan.

16.5.06

cosa disse gesù alla maddalena? però, bella la sardegna!

codice da vinci
Uno di quei film da non perdere, in barba ai mancati applausi di qualche giornalista genuflesso alle anacronistiche e pericolose gerarchie clericali, fatti passare come una notizia. La vera notizia è che il colpo è stato duro, è sarà ancora più duro tra qualche tempo. Milioni di uomini e donne, in tutto il mondo, vedranno un'opera che potrà demolire le contraddittorie e fantastiche tesi di un'organizzazione politico economica che fonda il consenso sul terrore del male promesso a chi non crede e, col solo suo credere, porta acqua al suo mulino, sempre più avido di materia prima.
io non credo in queste buffonate. perché se dio è l'universo noi siamo una infinitesima parte di esso, quindi siamo divini e di certo non abbiamo bisogno di pastori, almeno finché non vorremo essere pecore. c'è anche un gioco promosso da google. non quello dell'opus dei (le tentano tutte per restare a galla...).

15.5.06

...e chi fa massa rispettando le regole è ancora più sfigato!

soprattutto se il film è una merda. questo lo spot anti-pirateria. secondo me fa cagare. anche l'opinione di alberto brumana (hideout) non si discosta molto. per me è sfigato chi paga più del dovuto alimentando il profitto delle multinazionali, soprattutto se non vuole saperne di consapevolizzarsi. e se mai doveste incontrare una ragazza che chiami sfigato uno che compra un dvd pirata o scarica un film da internet fatemelo sapere, sono sempre a caccia di rarità.

9.5.06

Per un'altra TV

legge di iniziativa popolareE' partita in tutta Italia una raccolta firme per concretizzare la proposta di legge di iniziativa popolare per la riforma del settore radiotelevisivo con la finalità di regolamentare la materia per assicurare il pluralismo, la libertà, l’obiettività, la correttezza e la imparzialità delle trasmissioni di reti pubbliche e private, sottraendo il servizio pubblico all’ingerenza dei partiti politici. Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

furti senza fili

aboliamo i costi di ricaricaFirma la Petizione per l'abolizione dei costi di ricarica dei cellulari. Si tratta di un vergognoso cartello da parte dei quattro operatori di telefonia mobile, operato a danno dei consumatori. Perché non è stato ancora condannato dall'antitrust?
E' una cosa che accade solo in Italia mentre in tutti gli altri paesi Europei si paga ciò che si consuma: nessun costo di ricarica.

3.5.06

sempre più in alto! con tutti i mezzi...

la collina
Una collinetta artificiale di circa dieci metri, sormontata da olivi secolari è stata realizzata all'interno del Parco di Villa Certosa, residenza sarda di Silvio Berlusconi secondo l'emittente sarda Cinquestelle. Si tratta di una nuova collinetta - belvedere di quattrocento metri di circonferenza e di dieci metri di altezza, con al centro una riproduzione della rosa dei venti. I lavori sono oggetto di verifiche, della Regione e della Procura di Tempio, tese ad accertare eventuali irregolarità, ma i tempi non saranno brevi. Sull'intera proprietà è ancora operativo il segreto di Stato, che sinora aveva impedito analoghi accertamenti sulla costruzione di un attracco coperto sul mare, ai piedi della villa, che aveva suscitato numerose polemiche.

il vizietto sotto la tonaca... a lecce un altro prete in galera

prete arrestato a lecceManette ad un altro prete, stavolta è di Sternatia (Lecce) e si trovava già ai domiciliari per pedofilia. Fermato questa mattina dagli agenti della squadra mobile di Roma, il tonacato era già stato colto in flagrante un mese fa, appartato in auto con un minore. L'arresto è scattato perché il religioso avrebbe tentato di inquinare le prove a suo carico. Adesso è rinchiuso nel carcere di Lecce. E intanto il vaticano continua a coprire gli scandali che in ogni parte del mondo macchiano chi pretende di dirci (imporci) come (non) esercitare la nostra libertà sessuale. Ma sono credibili questi soggetti?

Six out of 10 young Americans cannot find Iraq on a map

iraq poster on walls (image by indymedia)The US may be the world's only true superpower but global domination does not equal global knowledge. A new survey shows young Americans have what can only be described as shoddy geography skills, with six out of 10 unable to locate Iraq on a map and almost half incapable of pointing to the state of Mississippi.
The National Geographic Society has released the results of the survey to coincide with a campaign to improve "geographic literacy". Central to the campaign is a website at www.Mywonderfulworld.org which contains suggestions for outdoor family activities, links to geography games and classroom materials.
in iraq after the war

1.5.06

Quaero e la sete di privacy dell'impero franco-tedesco

quaero
Il debutto di Quaero è atteso a giorni ma non si ha ancora idea di quale sarà il dominio (quaero.com è impegnato)
La sfida del Vecchio Continente allo strapotere del motore di ricerca americano Google (ma anche altri concorrenti come Yahoo, Altavista e m$n) sta per partire. La supremazia del motore di ricerca Google, come del resto quella di Yahoo e del Messenger MSN, potrebbe essere in pericolo o quantomeno contesa. Annunciato dal presidente francese Jacques Chirac, che l'ha fortemente voluto, e soprannominato già l"Airbus del digitale', Quaero sarà il primo progetto dell'AII, la giovane agenzia dell'innovazione industriale nata nell'estate 2005 con l'obiettivo di "rendere più dinamiche le capacità industriali e il potenziale tecnologico francese".
I motori di ricerca avranno sempre più potere sulla rete e in definitiva saranno in grado di influenzare il comportamento dei consumatori, l'economia la diffusione (o la censura) delle idee. Curiosamente il progetto Quaero è stato annunciato prima di essere in rete al contrario delle iniziative di Google e Yahoo e Microsoft che vengono tenute nascoste fino all'ultimo.
L'obiettivo del progetto Quaero - che vede in prima linea il gruppo Thomson - è ambizioso: convincere gli internauti europei a orientarsi e a svolgere le proprie ricerche in rete utilizzando il nuovo portale made in Europe.
Come riuscirci? Non certo con il maggior numero di pagine indicizzate ma con una migliore comprensione del linguaggio naturale, con una traduzione 'seria' dei contenuti. Vedremo...