articles on reset ][ photos ][ music ][ facebook
paolo's most interesting photos
www.paolomargari.it

27.11.07

sciolto il pd, è nato il pdue, un partito a dimensione europea


La Politica di oggi, originally uploaded by Walter Moretti Fabro.

porco dio unione europea
partito democratico unione europea
prescritti dementi unione europea
paso doble unione europea
pippe dentali unione europea
...
suggerimenti?

antonio carolina interpreta 'ninella mia'



collezione autunno-inverno 2007 presentata in quel di monteroni di lecce.

---------



the whithest boy alive - burning
il brano più cool del mio novero di ascolti negli ultimi 12 mesi.

19.11.07

life


thanks to stefi!

17.11.07

qualche foto personale


so what? :)


visto che più persone mi hanno chiesto come mai pubblico centinaia di foto su flickr sui più svariati soggetti [soprattutto simmetrie urbane, panorami e gatti, nda], ma di me ve ne sono in numero esiguo, ho finalmente deciso di 'svelare' l'indirizzo dove è possibile vedere qualche foto in più del sottoscritto. dovrebbero essere all'incirca una cinquantina di immagini raccolte negli ultimi 10 anni.

le potete vedere qui su facebook anche se non avete un account. per vederne altre basta attivare un account su facebook e guadagnarsi l'add tra i my friends.

15.11.07

italia tra gli stati canaglia

a pochi giorni dal lancio di android, il sistema operativo mobile open source di google, l'azienda ha messo in rete il kit per gli sviluppatori all'indirizzo code.google.com/android. per incentivare la partecipazione alla piattaforma open source di Google, con la possibilità di creare applicazioni che vanno dal social networking alle funzioni di chi vuole avere l'ufficio in tasca, è previsto un premio di 10 milioni di dollari.
però sul regolamento si legge infatti che «il concorso è escluso ai residenti in italia e quebec (regione francofona a sud-est del canada) a causa di restizioni locali». oltre a italia e quebec sono escluse dittature e teocrazie come cuba, iran, syria, north korea, sudan, e myanmar (burma o birmania), per evidenti motivi legati alle leggi americane (adatt. dal sole 24 ore)
sarà che anche per google l'italia è una dittatura o una teocrazia? o addirittura un innovativo mix istituzionale.. non ci sarebbe da sorprendersi.

13.11.07

scuoiare chi acquista



chi acquista nuove pellicce meriterebbe la fine che è toccata ai furetti, ai visoni, alle volpi che si vedono nel video. sarebbe ora di mettere al bando un vile commercio che comporta lo scuoiamento degli animali da vivi per preservare la qualità del prodotto. si è voluto il bando delle sigarette dagli schermi [pubblicità compresa], ora tocca alle pellicce. chiunque acquisti pellicce va denunciato per causa di maltrattamento di animali [un po' come quando il capitale si difende punendo chiunque scarichi musica da internet, anche se musica di merda, anche se non a scopo di lucro nè di condivisione, come causa di mancato profitto].

11.11.07

l'agonia del telegramma

telegramma

tempi che cambiano. un telegramma spedito da lecce a milano di undici parole costa euro 4.39. poiché, ormai da tempo, i telegrammi non sono consegnati più con un'apposita corsa del postino al domicilio del destinatario, ma immessi nella cassetta delle lettere il giorno dopo, è da allocchi utilizzare tale servizio e non, ad esempio, la posta prioritaria ad euro 0,60.
il telegramma resterà solo uno strumento utilizzato in rare occasioni per mascherare la pochezza delle formalità in occasione di eventi familiari, tristi o lieti che siano? stop

6.11.07

università precarizzata e militarizzata, diritto di parola negato, intimidazioni, bugie sindacali e prove di fascismo made in usa. benvenuti a roma


Roma, 6 nov. (Adnkronos/Ign) - Oltre centocinquanta studenti dei collettivi dell'università 'La Sapienza' e 'Roma Tre' questa mattina hanno contestato il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, intervenuto a 'Roma Tre' a un convegno organizzato dalla Cgil, dal titolo 'Lavorare bene nell'Università pubblica di qualità', alla presenza del rettore Fabiani.

Tra uno strattone e uno slogan alla fine gli studenti sono stati fatti accomodare in sala e hanno potuto spiegare le ragioni della protesta rivolta alla Cgil in quanto "protagonista dell'accordo del 23 luglio con Confindustria e governo e che ha peggiorato le prospettive dei giovani e degli studenti".
"Riteniamo paradossale che Guglielmo Epifani intervenga a un convegno dal tema lavorare bene nell'Università pubblica. Ma quale buon lavoro viene a proporci? Forse - hanno detto gli studenti dei collettivi - quello dei contratti da ricercatore da rinnovare ogni anno a discrezione del barone di riferimento. Oppure quello delle prestazioni lavorative gratuite obbligatorie in molti corsi di laurea? O forse il lavoro precario che spesso accompagna gli studi e la gestione degli atenei".

''I relatori Epifani e Fabiani - dicono i collettivi - hanno assistito alla contestazione senza dare alcuna risposta, delegando la gestione della giornata alle forze dell'ordine presenti in gran numero. Denunciamo la crescente militarizzazione delle università e la violenza che oggi le forze dell'ordine hanno usato nel tentativo di impedire l'accesso al convegno: uno studente è stato ferito brutalmente al setto nasale da un agente. Questo atteggiamento risponde alla deriva securitaria del governo, sostenuta da tutto lo schieramento parlamentare, che colpisce i ceti più deboli e chiunque esprima dissenso. La contestazione di oggi è una delle tappe del percorso di costruzione dello sciopero generale e generalizzato del 9 novembre, in cui gli studenti esprimeranno un protagonismo attivo bloccando le università e la città''.

pedoclastia: i danni da ipereducazione cattolica sui minori


Interessante servizio di ArcoIris TV.
La pedoclastia è un "atteggiamento educativo prodotto sul bambino da genitori o da educatori improntato a criteri non compatibili con una affettività matura" (Wikizionario).
Si può uccidere un figlio per amore? L’amore ha bisogno di sacrifici umani? Davvero la salvezza dell’uomo deriva dal martirio di un incolpevole? I principi cardine dell’insegnamento cristiano, sottoposti alla critica dell’igiene affettiva e psicologica, rivelano un profondo e sconcertante significato di violenza. È colpevole non denunciare questa dannosa suggestione riversata sui bambini, che ha prodotto generazioni di persecutori e vittime (UAAR).

5.11.07

una nazione serva di stato

rom
la bandiera rom


Innanzitutto cominciamo col dire che i rom non sono rumeni. Essi costituiscono una nazione indipendente ma senza stato nè alcun riconoscimento giuridico internazionale.
Quello che mi sorprende è che ci si stupisca delle ronde (che dopotutto sono un esempio di 'socialità') ma non della politica che le causa.
Si stanno creando i presupposti di un regime sudamericano, c'è chi lo grida da anni ma non è ascoltato. Peggio, è preso per pazzo.
Mentre da merdaset spotteggiano felicità e false coscienze, le scadenze delle rate dei mutui cominciano a pesare sui fragili portafogli delle generazioni attuali che accolleranno meno sicurezze su quelle future.
Piuttosto che insegnare filosofia si finanziano corsi di formazione inutili e di basso livello per far sbarcare il lunario ai formatori e postergare i guai dei (ri)formati.
Tra ignoranza, false coscienze e scadenze (leggi pure fame), chiesa e partiti di destra ci sguazzano, con i loro discorsi fatti di emozioni prive di qualunque legame con la realtà (leggi populismo).
Mi spaventò la tattica berlusconiana al suo apparire nel 1996 (non nel 1994, allora era meno invasiva, meno d'urto, più onesta).
Nel 1996 comparirono per la prima volta parole e modi di fare inediti nella politica italiana. E poi ricordo quei font arial, cubitali, senza logo, senza storia nè identità, simboli privi di qualunque significato. Giusto un tricolore come segno di appartenenza. Populismo allo stato puro. Credevo fosse stato un flop e invece mi spaventai nel vedere milioni di persone, tra queste anche persone che conosco che stimavo, essere catturate da quegli specchietti per le allodole che a dire il vero non erano neppure così belli.
Se mi voglio far prendere per culo scelgo qualcosa di meglio. Da allora cominciai a cambiare la mia coscienza sulla società italiana, molte certezze maturate nell'adolescenza via via crollarono e parallelamente si rafforzò l'idea che chiunque governi in Italia, allo stato attuale, possa governare solo masse di inferiori. Poi si è visto come sono andate le cose, siamo giunti ai giorni nostri e si va di male in peggio.
Le ronde sono un sintomo, forse meglio che emergano perché qualcuno potrebbe accorgersi da lì del marcio che c'è sotto. Il peggio deve ancora venire e se non saranno i rom sarà il turno di qualche altra massa acritica costruita, individuata e valorizzata dalla stampa nostrana per coalizzare un'altra massa acritica che rappresenta una larga fetta del corpo elettorale italiano.

sogno

"A non aver un cazzo si rischia di sognare troppo,sognare troppo può ucciderti lentamente oppure può darti la forza di arrivarci….ma anche questo è un sogno!
Quando sai che potresti,ma comunque ancora almeno non puoi, aspetti…..cosa!?il tempo che passa e ti avvicini e allontani ma ancora non ci sei…non pensi e ti cade tra le mani,ci pensi e te lo strappano,ti fai in quattro,ma i posti erano tre e non si viaggia separati…..rimane solo il principio:un sogno".

questa l'avevo letta nella pagina profilo flickr di gfbpublez e mi è piaciuta.

4.11.07

ipermercato barese condannato a risarcire consumatore per volantini indesiderati

no allo spam da ipermercati
il giudice di pace di bari ha condannato due gruppi della grande distribuzione a risarcire un consumatore per il danno derivato dalla pubblicità indesiderata, inserita nella cassetta postale.

un individuo indispettito e un magistrato hanno decretano la vittoria dei Consumatori, o meglio di un Consumatore [brutta parola, io mi definisco piuttosto un decisore d'acquisto poiché prima di consumare, nel momento cruciale per l'intermediario, decido].

In virtù di questa sentenza, oggi non sarebbe più possibile ingolfare di soppiatto ed impunemente le cassette della posta con materiale pubblicitario se non preventivamente autorizzato.

Tonnellate di cellulosa informativa che insozzano l'androne di palazzi e stressano la nostra attenzione impegnando - spesso senza produrre alcun reale vantaggio - il nostro tempo: "a gratis" [Mauro Artibani su Reset propone che i Consumatori vengano retribuiti per ricevere tali offerte che rappresentano spam, oltre che un costo per la collettività in virtù del danno ambientale e del ricarico sui prezzi che producono].

La sentenza rappresenta anche un'interessante e inedita risposta ad una silente ma gravosa problematica ambientale. Il capitale avido di profitto è generalmente irrispettoso dell'ambiente, a meno che questi non rientri in una campagna di public relations finalizzata ad un presunto recupero indiretto di quote di profitto in virtù di una migliore immagine nei confronti di un target sensibile a certe tematiche. Se si sovrappongono tasse ad azioni ambientalmente dannose, il costo, con molta probabilità, sarebbe comunque spostato sui 'Consumatori' mediante la leva del prezzo in mano all'iper-intermediario.

C'è da augurarsi in una rapida approvazione della Class Action, nella nostra vituperata lingua nota anche Azione Collettiva che suona nel contempo di fascismo e comunismo. Sono 8 le proposte di legge giacenti in parlamento da mesi, alcune da anni, dove evidentemente il capitale riesce a far quadrato mediante i suoi segretari che alcuni chiamano erroneamente deputati. Vorrei vedere migliaia di cittadini muovere azione contro un ipermercato per aver ricevuto decine e decine di volantini che peraltro non legge nessuno.

Spostarsi in un ipermercato spesso si rivela controproducente in termini di tempo (quindi denaro per chi produce) e denaro (pensiamo ai costi di percorrimento del tragitto). Inoltre sono odiosi i 'percorsi obbligati' cui si è costretti pur di arrivare ad un prodotto 'modesto' che pur si deve acquistare ed ancora più odioso è il continuo rimescolamento della disposizione dei beni, affinché i consumatori non memorizzino percorsi che li conducano subito all'acquisto ma 'scoprano' prodotti ed offerte nuove.

Mi sono reso conto che in un ipermercato perda più tempo - e spenda di più - di quanto mi prefigga. Oggi a Lecce uno dei 3 ipermercati, Carrefour (che pure si sospetta pagò tangenti a politici locali indagati per ottenere una licenza altrimenti impossibile) sta per chiudere.

Un auspicio è che gli ipermercati siano di modesta dimensione e 'diffusi' in città piuttosto che dei freddi mega villaggi prefabbricati del profitto, lontani da tutto... i costi ambientali - quindi gravanti sulla collettività - dovuti agli spostamenti dei clienti dovrebbero essere sostenuti da chi causa tali spostamenti per interesse privato.

la sostenibilità semplificata

sostenibilità significa non compromettere la possibilità delle generazioni future di perdurare nello sviluppo almeno pari a quello attuale. sul concetto di sviluppo si potrebbe parlare ore, anni, senza mai giungere ad una definizione universalmente condivisa, ma questo grafico riesce per un attimo a far riflettere.
sostenibilità
grazie a ernesto di reset.

bruno vespa e gianfranco fini: ecco come si confeziona(va?) porta a porta


RadioRadicale ha realizzato e proposto un video scoop in cui si riprende la conversazione telefonica intercettata che vede da un lato del cavo Bruno Vespa intento a 'confezionare' una puntata di Porta a Porta con, dall'altro lato, il leader di AN Gianfranco Fini.
Il video è in realtà uno spot realizzato da Radicali Italiani per promuovere il congresso di Padova in corso di svolgimento dal 1 al 4 novembre 2007 e nel contempo denunciare gli attriti del partito con Vespa, recentemente smentiti da questi in Commissione di Vigilanza RAI. Lo riproponiamo qui su Reset per mettere in luce un modo di fare che, se corrisponde a verità, non rende onore alla deontologia del giornalista professionista autore del noto programma televisivo di RaiUno, peraltro prima rete pubblica [reset]

3.11.07

suonerie blasfeme, la moda del momento. anche tra i politici

2007-11-02 16:43
Assessore allontanato per cellulare blasfemo, una goliardata
Una serie di bestemmie come suoneria durante la Giunta
(ANSA) - DESIO (MILANO), 2 NOV -Una suoneria troppo originale costituita da una serie di bestemmie. Per questo un assessore di Desio e' stato espulso dalla Giunta. Emanuele Gaiani, assessore ai Servizi demografici del comune, ha detto di non sapere della nuova suoneria e di essere rimasto a sua volta sorpreso quando il cellulare e' squillato. Gaiani ha detto di andare "a messa tutte le domeniche" e che la "suoneria e' stato un gesto goliardico, un gioco".
si sarà ispirato al cazzafittaro, alla rosina o allu meccanicu? ...o corrado??
--------------
da alezio e dintorni: nazareth 90210