articles on reset ][ photos ][ music ][ facebook
paolo's most interesting photos
www.paolomargari.it

10.1.08

abbagli architettonici


[questo concerto dei led zeppelin ha la mia età]

Giorgio Napolitano, presidente della repubblica italiana, anche a fine anno invitava a guardare al futuro pensando al glorioso passato italiano, fatto di arte e anche una generosa dose di autoreferenzialità [invero quanto resta a chi ancora gode dell'orgoglio nazionale]. Gio Ponti è stato indubbiamente una figura di primo piano nell'architettura mondiale moderna, eppure, da buon italiano, non mancava di pensarla come Napolitano, sebbene decenni prima, nelle affermazioni che seguono, spesso e volentieri un elogio ad una professione che oggi, purtroppo, si rende in molti casi artefice di scempi estetici non indifferenti. Se gli architetti facessero solo case e i pianificatori solo strade... e i cittadini le città, forse vivremmo meglio. Purtroppo fanno tutto gli ingegneri su volontà imprenditoriale e approvazione politica.
Così vien da chiedersi: immondizia, degrado, traffico, inquinamento, abusivismo e quant'altro ha reso il passato italiano una chimera [a patto che sia mai stato quanto decantato] è solo colpa della modernità fatta di quattro quadrati? (TRA PARENTESI UNA POSSIBILE RISPOSTA E QUALCHE INTERROGATIVO)

# Non è il cemento, non è il legno, non è la pietra, non è l'acciaio, non è il vetro l'elemento più resistente. Il materiale più resistente nell'edilizia è l'arte (E LE MAZZETTE)

# Guai alla macchina che confessa la fatica del proprio lavoro; anche nelle macchine, come negli uomini, noi apprezziamo l'ermeticità dell'organismo, l'abilità del lavoro, l'eleganza dello sforzo (E LA CRUDELTA')

# L'Italia l'han fatta metà Iddio e metà gli Architetti (E I RISULTATI OGGI SI VEDONO)

# L'architettura è un cristallo (DIFATTI E' MOLTO FRAGILE)

# Meravigliosa ventura quella degli architetti, concessa da Dio: costruire la Sua casa e costruire per gli uomini, nella Sua ispirazione, la loro casa, il tempio della famiglia (ANCHE I CAMPI ROM?)

# Amate l'architettura perché siete italiani, o perché siete in Italia; essa non è una vocazione dei soli italiani, ma è una vocazione degli italiani (PURCHE' ISCRITTI ALL'ORDINE)

# Dove c'è architettura c'è Italia. Essere conservatori italiani in architettura significa solo conservare l'antica energia italiana di trasformarsi continuamente (IN RIFIUTI)

# Modernità non consiste nell'adottare quattro mobili quadrati (NEPPURE DUE SFERICI)

giò ponti resta un grande. chi lo elogia acriticamente dovrebbe ricredersi.

3 comments:

Ivano said...

Monticellino...potevi risparmiarti luttazzi...

pm said...
This comment has been removed by a blog administrator.
pm said...

eh no luttazzi non si risparmia.
e tu invece sei andato a perdere la tua verginità su internet? :D