articles on reset ][ photos ][ music ][ facebook
paolo's most interesting photos
www.paolomargari.it

29.12.08

morti di politica, bruciati dal fuoco di cultura, alimentato dal vento di economia

palestina
continuano i vili massacri ebraici in palestina. in italia piccole orde di radical chic risvegliano la propria coscienza politica che calza a pennello col clima di festività culturale. qualche benpensante veteroliberale si chiede poi come si faccia a solidarizzare con il popolo palestinese. come se il mondo fosse solo una somma di popoli, dimenticandosi delle umane genti che pagano il prezzo del non saper slegare la propria mente da velenose tentazioni culturali, che in nome dell'avere son costate il loro essere.

"Se morissi adesso o fra due giorni o un anno, ecco il mio testamento, il testamento di un comunista Avido di conoscenza e d'amore, vissuto e morto povero e curioso. Lascio tutto il mio disprezzo a chi mi ha usato. Lascio tutto il mio odio a chi mi ha dato un mondo senza gioia, da attraversare a denti e pugni stretti.
Lascio la nostalgia per le moschee di Gerusalemme e gli ulivi di Puglia ed ogni roccia, pianta, finestra, stella, che i miei occhi hanno accarezzato nel cammino
Lascio fiumi di dolcezza alle donne che ho amato.
Lascio fiumi di parole dette e scritte spesso con rabbia, raramente con saggezza, in malafede mai, un mare di parole che già evapora al vento rovente del tempo.
Lascio a chi vorrà raccoglierlo, il testimone del mio entusiasmo, nella folle staffetta mozzafiato -volgendomi indietro dopo vent'anni non so più se ho corso da solo.
Lascio il mio sorriso a chi sa ancora sorridere
E le mie lacrime a chi sa piangere ancora.
Non è poco. In cambio, voglio essere sepolto senza cippi e lapidi fra le radici di una albero grande in piena nuda terra rossa e grassa perchè il mondo con me respiri ancora e si nutra con me di ogni mia fibra. Con me (non vi sembri retorica) solo una bandiera rossa E la nave del Ritorno intagliata con le unghie nella pietra di un prigioniero assetato di vita nel deserto del Neghev. "

Dino Frisullo


x-novo aderisce all'iniziativa 'tutti i blogger per beppegrillo'

28.12.08

la repubblica della camorra

repubblica di santo stefano

La Repubblica di Santo Stefano fu una colonia collettiva ed autonoma, durata poche settimane, istituita da un gruppo di camorristi, reclusi nel penitenziario dell'isola di Santo Stefano, al largo della costa fra Lazio e Campania, che presero il potere dopo una violenta rivolta ivi avvenuta nell'ottobre del 1860.

La comunità si diede addirittura uno statuto costituito dai seguenti articoli:

1. Qualunque condannato uccidesse un suo compagno a tradimento sarà punito con la morte.
2. Qualunque condannato offendesse i superiori dell'ergastolo o i guardiani, per vie di fatto o per minacce, sarà punito con la fucilazione.
3. Qualunque condannato offendesse la vita e le sostanze degli isolani sarà punito con la morte.
4. Qualunque isolano offendesse l'onore delle famiglie appartenenti ai superiori, guardiani e persone oneste dell'isola sarà punito con la morte.

Alcuni "processi" con relative condanne ci furono, tutte registrate inchiostro su carta.

Durante la sua breve esistenza, la Repubblica di Santo Stefano elesse anche un senato, composto dai guappi e dai camorristi più importanti, che doveva decidere le condanne per coloro che non avessero rispettato lo statuto [fonte: wikipedia italia]

24.12.08

buone feste con germano mosconi


dio dio dio.. ma se non è un dio mosconi chi allora? chi???

19.12.08

bastantemente arditi

bologna, on the move

Vettura a vapore. È stato proposto in Inghilterra di disporre nelle strade di quel paese dei canali di ferro, per cui debbano scorrere le ruote delle vetture, impiegando a muover queste delle macchine a vapore, in vece degl'immensi attiragli che servono al trasporto degli uomini e delle mercanzie. Sebbene l'esecuzione di questo progetto sembri poco verosimile, niuno oserebbe assicurare che non sieno per trovarsi in Inghilterra capitalisti bastantemente arditi per somministrare le somme occorrenti, ed ingegneri bastantemente abili per vincere gli ostacoli che sembrano renderlo impraticabile.

In "Antologia", Agosto 1824, Vol. XV, n. 44, pagina 212 [fonte bibliografica online: treni di carta]
Probabilmente è il primo articolo pubblicato in Italia riguardante le ferrovie.

14.12.08

eloquens ][ dateci le £ire

contro £a r€c€$$ion€

8.12.08

suffeisbucc

denying development studies leads to underdevelopment, like romanians love

2

"[underdeveloped] Romania removes theory of evolution from school curriculum"

Romania's withdrawal of the theory of evolution from the school
curriculum could be evidence of a growing conservative tendency in
teaching. Evolution has been removed from the school curriculum in a
move which, pressure groups argue, distorts children's understanding
of how the world came into being.

Meanwhile, religious studies classes continue to tell Romanian
children that God made the world in seven days..."



source | macedonia on line
pic | rob-strong @ flickr

7.12.08

5.12.08

wall


potete costruire, abbattere, ricostruire, ma i veri muri sono altri. vivono di vita propria e di voi si servono per reggersi alle intemperie della storia, che li modella nello spazio, ma non li abbatte mai.

4.12.08

il re degli spammer italiani: alessandro saitta da follonica

"spammare richiede molta sicurezza di sè, costanza, sacrificio, impegno e soprattutto molta caparbietà"
forza saitta! :)
[intervista di lello vitello... e sottolineo ...]