articles on reset ][ photos ][ music ][ facebook
paolo's most interesting photos
www.paolomargari.it

10.3.09

charlie chaplin - discorso all'umanità [1940]

tratto dal film "il grande dittatore" (1940)

Il grande dittatore è un film del 1940 diretto, prodotto e interpretato da Charlie Chaplin. E' il suo primo film sonoro.

La sua prima edizione risale al 15 ottobre del 1940, nel pieno della seconda guerra mondiale. Rappresenta una forte satira del nazismo e prende di mira direttamente Adolf Hitler e il movimento nazista tedesco.

Il grande dittatore, per alcune sue peculiarità, è considerato un evento straordinario.

Chaplin si immedesimava completamente nei suoi personaggi, egli "era" coloro che interpretava e dunque ne subiva psicologicamente la caratterizzazione, nel caso specifico malvagia. A detta dei suoi collaboratori, quando Chaplin indossava il costume di Hynkel, anche il suo modo di rapportarsi con loro cambiava ed assumeva sfumature aggressive e prepotenti.

La parodia ebbe un'impronta politica. Fu proprio l’introduzione della tecnica del sonoro a consentire a Chaplin di trasmettere al mondo il suo pensiero e l’inequivocabile presa di posizione contro la follia nazista, affidando al discorso finale del barbiere ebreo, protagonista del film, l’utopia anarchica della liberazione dell’uomo da ogni forma di sudditanza e sfruttamento e dunque la speranza in un mondo migliore, che sarà però smentita dal precipitare degli eventi successivi.

Questa presa di posizione parve ad un certo punto pregiudicare l’esito della lavorazione del film allorché alcune frange della società americana di tendenza filo-nazista, in un periodo in cui anche la politica americana era improntata al non interventismo e alla preservazione della non belligeranza con la Germania, gli fecero pervenire poco velati messaggi di disapprovazione e suggerimenti a soprassedere.

Il film uscì in Italia per la prima volta nel 1944 al centro e al sud e nel 1945 al nord (ritardo in quanto nell'anno precedente il nord Italia era dominato dalla Repubblica Sociale Italiana con regime fascista che impedi la diffusione del film inizialmente) la versione era integrale e sottotitolata.

Il film venne censurato di alcune scene quando uscì doppiato nel 1961 (con la voce di Oreste Lionello per Chaplin) in particolare nella scena del ballo e della ridicola danza tra la sig.Napoloni e Hynkel, il personaggio della moglie di Napoloni fu eliminato totalmente per non urtare la sensibilità della vedova Rachele Mussolini ancora in vita.

4 comments:

Anonymous said...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonymous said...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonymous said...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonymous said...

good start